Menu Chiudi

Riattivazione dei tirocini e attività on the job – indicazioni operative

SIAR169163

Due mesi dopo la comunicazione di sospensione di tutte le attività di tirocinio, tramite la nota n° 163309 e la circolare SIAR n° 169163 viene finalmente definita la riattivazione dei tirocini curriculari ed extracurriculari e tutte le attività on the job sospese a causa dell’emergenza Coronavirus. I due documenti, oltre a specificare le modalità per la riattivazione provvedono a dare delle linee guida da rispettare in questo periodo di convivenza con il COVID-19.

Quando e come sarà possibile far ripartire le attività?

Secondo la nota n° 163309, tirocini ed attività on the job possono ripartire a cominciare dal 25 Maggio 2020 a patto che i soggetti ospitanti rispettino rigorosamente le misure di prevenzione e contrasto del contagio.

Tali soggetti dovranno garantire l’applicazione di tutte le misure precauzionali per come previsto dal DPCM del 26/04/2020 e dai protocolli condivisi come ad esempio:

  • l’assunzione di protocolli di sicurezza anti-contagio, il rispetto della distanza interpersonale, l’adozione di dispositivi di protezione individuale, la previsione di un piano turnazionale atto a ridurre i contatti tra lavoratori e tirocinanti, creando gruppi autonomi, distinti e riconoscibili.
  • effettuando operazioni di sanificazione dei locali e pulizia giornaliera.
  • limitando gli spostamenti all’interno dei siti e contingentando l’accesso agli spazi comuni.
  • l’informazione a tutti i destinatari del tirocinio e/o attività formativa, circa le disposizioni delle autorità mediante le metodologie più efficaci.
  • l’adozione delle modalità di accesso alle strutture del soggetto ospitante di tirocinanti e lavoratori nonché di soggetti esterni per come indicato nei protocolli.
  • ogni altra misura idonea e necessaria al contrasto e contenimento del contagio prevista dalla vigente normativa.

Ricordiamo che la mancata attuazione dei protocolli comporterà la sospensione immediata dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza previste.

Ci sono procedure da seguire per la riattivazione dei tirocini?

Per consentire la riattivazione dei tirocini è prevista da parte del soggetto ospitante la presentazione di apposita dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000 su:
  • il mantenimento dei requisiti previsti dal bando con particolare riferimento all’art. 6 del DGR 613/2017
  • l’attuazione delle misure precauzionali descritte nel precedente paragrafo
  • assenza di procedure di CIG ordinaria, straordinaria ed in deroga per attività equivalenti a quelle del tirocinio
  • non utilizzo del tirocinante in sostituzione del lavoratore assente per giustificato motivo
  • dichiarazione resa ai sensi del DGR 445/2000 congiuntamente tra il soggetto ospitante ed il promotore al fine di sollevare la Regione Calabria da qualsivoglia responsabilità su infortuni, malattie o danni provocati dal mancato rispetto di quanto indicato nei protocolli e linee guida.
Il tirocinante dovrà anch’esso presentare una dichiarazione recante la volontà di voler riprendere l’attività di tirocinio e la conoscenza delle disposizioni previste dal DPCM del 18 Maggio 2020 in materia di contenimento del contagio da COVID-19.
 
Ricordiamo che il tirocinio non potrà avere come durata nella sua totalità un periodo superiore a quanto inizialmente previsto e che il periodo di sospensione non va a sommarsi al computo della durata complessiva.
 
Allegati