Menu Chiudi

Solidarietà Calabria, nuovo bando a sostegno delle famiglie

Il novel-Coronavirus che ci affligge ormai da mesi sembra rallentare, e con l’allentamento delle misure di contenimento le regioni si adoperano per riuscire ad arginare i danni economici provocati dallo stop delle attività di oltre due mesi.

Il contrasto ai disagi economici in Calabria prosegue quindi oltre che con il bando Riparti Calabria (di cui è partito oggi alle ore 10:00 l’invio delle domande tramite la piattaforma telematica), attraverso l’istituzione di un nuovo bando a sostegno delle famiglie chiamato Solidarietà Calabria, finanziato grazie al PAC Calabria 2014-2020.

Solidarietà Calabria: Cos’è?

Il nuovo bando della Regione Calabria permetterà a varie famiglie di usufruire di buoni pasto di valore adeguato alle dimensioni del nucleo familiare con importi che variano da € 100 ad € 500. Solidarietà Calabria si pone quindi l’obiettivo di sopperire all’impossibilità lavorativa dei precedenti mesi da parte delle famiglie più bisognose, consentendogli di continuare ad avere un pasto caldo sulle proprie tavole.

Come ricevere il buono spesa

La Regione, come fatto in precedenza con i fondi ministeriali arrivati nel bel mezzo dello stop da Coronavirus, ha deciso di rendere beneficiari del bando i Comuni che ne facciano richiesta, attraverso la stipula di apposita convenzione. L’importo complessivamente stanziato per il bando è pari a 10 milioni di euro.

Dovremmo quindi attendere qualche giorno prima di poter inoltrare le nostre richieste al comune di appartenenza in quanto una volta stipulata la convenzione, il comune dovrà provvedere alla pubblicazione di un Avviso pubblico con le modalità di accesso al bando per poter ricevere la somma che ci spetta.

Quali sono gli importi

Gli importi che saranno assegnati ad ogni famiglia variano da un minimo di € 100 ad un massimo di € 500 e vengono erogati secondo la seguente tabella:

COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE

IMPORTO

Nuclei unipersonali

Euro 100,00

Nuclei composti da due persone

Euro 200,00

Nuclei composti da tre persone

Euro 300,00

Nuclei composti da quattro persone

Euro 400,00

Nuclei composti da cinque persone e oltre

Euro 500,00

E’ inoltre previsto un aumento di € 50 sulle somme elencate per i nuclei familiari che abbiano al loro interno bambini al di sotto dei 3 anni, mentre il 5% della somma ricevuta dai comuni verrà messa a disposizione delle famiglie al cui interno vi sia la presenza di un disabile, attraverso l’erogazione di buoni pasto per un valore massimo di € 500.